Panella. Architetture per la città.

Panella. Architetture per la città. Mostra dedicata al maestro e amico Carlo Aymonino. Sala Gino Valle, ex cotonificio veneziano, Mostre di Ateneo, Università IUAV di Venezia, 15 settembre – 30 settembre 2011

 

Raffaele Panella. Architetture per la città: progetti emiliani. Festival Architettura 5, Parma, Palazzo della Pilotta,Voltoni del Guazzatoio, 26 novembre-12 dicembre 2010.

 

La mostra monografica è stata presentata  all’interno dello spazio Gino Valle allo IUAV, e dedicata alla figura e all’opera di Raffaele Panella, ricercatore e docente fino al 1983 presso lo stesso ateneo, poi trasferitosi a Roma fino alla conclusione della sua carriera accademica: una figura significativa all’interno della vicenda architettonica italiana degli ultimi cinquant’anni. La mostra è un’idea nata all’interno del Festival dell’Architettura, già allestita all’interno del Palazzo della Pilotta di Parma nel corso della edizione 2010 in una prima versione  particolarmente rivolta ai progetti emiliani, non priva tuttavia di un quadro più generale rappresentato da alcune importanti architetture realizzate.

La mostra di Venezia riprende quella di Parma estendendo il campo alle grandi ricerche di progettazione condotte prima presso l’IUAV, poi a Roma presso la Facoltà di Architettura della Sapienza, ma soprattutto offrendo un quadro dell’intreccio tra sviluppo del pensiero teorico, ricerche universitarie, architetture per le città, progetti di parti e pezzi di città, su cui si costruisce l’identità dell’autore, che anche per questa evidente complessità sfugge a ogni categorizzazione di maniera.

L’estensione temporale del racconto, gli ultimi cinquant’anni, fornisce anche materiale di riflessione sul ruolo che ha giocato l’architettura nella costruzione della città nella seconda metà del Novecento, sul ruolo assegnato dalla società all’Università, sul rapporto tra Urbanistica e Architettura, molto stretto all’inizio di questa avventura, infine, sull’”impegno” che gli intellettuali italiani hanno inteso spendere per una città/società più giusta.

 

 

Pubblicazioni correlate: